Tributi - IMU - Comune di Montirone - Provincia di Brescia

Organizzazione | Articolazione degli uffici | Tributi - IMU - Comune di Montirone - Provincia di Brescia

IMU

 

ALIQUOTE E DETRAZIONI

TERMINI DI VERSAMENTO

COME SI CALCOLA  - CALCOLO ONLINE

DENUNCIA

VOLANTINO INFORMATIVO

 

Nel periodo dal 16.5.2012 al 16.6.2012 ? attivo presso l?Ufficio Tributi un Servizio assistenza per chi non presenta dichiarazione dei redditi (Mod 730 / UNICO), su appuntamento (Tel 340 47 67 718), nei seguenti giorni:

luned? dalle 9.00 alle 12.00

mercoled? dalle 15.00 alle 18.00

sabato dalle 9.00 alle 12.00

 

L?ufficio Tributi ? a disposizione del contribuente per le consulenze riguardanti il calcolo dell?imposta, purch? l?interessato si presenti allo sportello munito della visura catastale o dell?atto di compravendita (rogito notarile).

 

Per eventuali informazioni rivolgersi all?Ufficio Tributi del Comune di Montirone, Piazza Manzoni n.17 negli orari di seguito indicati:

Mattino  luned?, marted?, gioved? e venerd? dalle 10.00 alle 13.00

sabato dalle 10.00 alle 12.00

Pomeriggio  mercoled?  dalle 15.00 alle 18.00

Oppure  telefonicamente 030/2677097 int. 8  -  tributi@comune.montirone.bs.it

 

 

Dati aggiornati al 05.05.2012

 


 

ALIQUOTE E DETRAZIONI

Il criterio di calcolo ? simile a quello dell'ICI. La base imponibile per il pagamento dell'IMU si ottiene applicando alle rendite catastali dei fabbricati (rivalutate del 5%) ed ai redditi dominicali dei terreni (rivalutati del 25%) i nuovi moltiplicatori stabiliti dal Decreto "Salva Italia".

 

N.B.: La riforma del catasto annunciata dal Governo Monti non ? ancora stata attuata. Per il calcolo dell'imposta si utilizzano le vecchie rendite catastali.

 

Aliquota di base: 7,6 per mille applicabile ai terreni agricoli, alle aree edificabili ed ai fabbricati che non rientrano nei casi pi? sotto indicati.

 

Aliquota ridotta per abitazione principale e pertinenze: 4 per mille con detrazione di ? 200,00 + di ? 50,00 per ciascun figlio che non abbia compiuto il 26? anno di et?, purch? dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unit? immobiliare adibita ad abitazione principale.

 

L'importo della detrazione per i figli non pu? superare la somma di ? 400,00 e la detrazione complessiva pu? essere al massimo pari a ? 600,00 (fino a concorrenza dell?imposta).

 

Se l'unit? immobiliare ? adibita ad abitazione principale da pi? soggetti passivi, la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota per la quale la destinazione medesima si verifica.

 

Per poter godere delle detrazioni ? indispensabile che il contribuente abbia le seguenti caratteristiche:

  1. Abbia domicilio e residenza presso l?abitazione principale
  2. Deve trattarsi di un?unica unit? catastale, infatti in presenza di due o pi? unit? (pi? di un subalterno) se pur attigue la principale pu? essere solo una.

 

Per pertinenze dell'abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di n. 1 unit? pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unit? ad uso abitativo. Ad esempio: se come pertinenze si hanno n. 2 box, si potr? beneficiare dell?aliquota di abitazione principale solo per uno dei due; per il secondo si dovr? applicare l?aliquota ordinaria.

 

Le abitazioni in uso gratuito a parenti (entro il 2? grado) non sono assimilate alle abitazioni principali: 7,6 per mille.

 

Per il coniuge assegnatario dell'ex casa coniugale (anche se non proprietario) si applica l?aliquota dell?abitazione principale e pertinenze: 4 per mille con detrazione.

 

Fabbricati rurali ad uso strumentale: 2 per mille

 

Per le aree fabbricabili il valore ai fini IMU ? costituito da quello venale in comune commercio all?1 gennaio 2012

 

La base imponibile ? ridotta del 50 per cento:

  • per i fabbricati di interesse storico artistico;

  • per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati per ragioni non superabili con interventi di manutenzione. Per aver diritto alla riduzione ? necessario presentare l?istanza al Comune allegando idonea documentazione alla domanda.

 

QUOTA RISERVATA ALLO STATO

La met? del gettito dell'IMU relativa ai terreni, alle aree edificabili ed a tutti i fabbricati (escluse le abitazioni principali ed i fabbricati rurali strumentali), calcolata con l'aliquota di base prevista dalla legge dello 0,76% e cio? lo 0,38%, ? RISERVATA ALLO STATO.

 


Tabella riassuntiva delle principali aliquote e detrazioni

 

 

Tipologie

Aliquote

Detrazioni

abitazione principale + pertinenze

4 per mille

? 200,00 *

abitazione principale + pertinenze per coniuge assegnatario ex casa coniugale

4 per mille

? 200,00 *

abitazione in uso gratuito a parenti

7,6 per mille

 

aliquota base

7,6 per mille

 

fabbricati rurali ad uso strumentale

2 per mille

 

 

(*) La detrazione prevista pari a ? 200,00 ? maggiorata di ? 50,00 per ciascun figlio che non abbia compiuto il 26? anno di et?, purch? dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell'unit? immobiliare adibita ad abitazione principale. L'importo della detrazione per i figli non pu? superare la somma di ? 400,00. La detrazione complessiva pu? essere al massimo pari a ? 600,00.

 

Dati aggiornati al 05.05.2012

 

 


 

TERMINI DI VERSAMENTO

 

  • entro il 18 giugno 2012

    • versamento unico

    • acconto pari al 50% dell?imposta dovuta

    • 30% per il pagamento relativo a fabbricati rurali ad uso strumentale

    • 33% per le abitazioni principali e relative pertinenze solo se se il pagamento avviene in tre rate

  • entro il 17 settembre 2012
    • seconda rata per le abitazioni principali e relative pertinenze pari al 33% dell?imposta dovuta

       
  • entro il 17 dicembre 2012

    • saldo: differenza tra l?imposta annuale e l?acconto e/o la seconda rata gi? versata in settembre.

 

Per i fabbricati rurali iscritti nel catasto dei terreni che devono essere dichiarati al catasto edilizio urbano entro il 30.11.2012, il versamento viene effettuato in unica soluzione entro il 17.12.2012.

 

Il versamento dell?imposta deve essere effettuato mediante modello F24 presso qualsiasi sportello bancario ed uffici postali e non comporta il pagamento di alcuna commissione per il contribuente. Con il mod. F24 possono essere compensati eventuali crediti del contribuente relativi ad altri tributi erariali, locali ed a contributi previdenziali ed assicurativi che, in questo modo, sono utilizzati per il pagamento dell?IMU fino al suo azzeramento.

 

Per il versamento dell?IMU a favore del Comune di Montirone si devono indicare:  Codice comune  F680

 

 

Codice tributo F24

Destinatario

Abitazione principale + pertinenza

3912

Comune

altri fabbricati

3918

Comune

altri fabbricati

3919

Stato

terreni

3914

Comune

terreni

3915

Stato

aree fabbricabili

3916

Comune

aree fabbricabili

3917

Stato

fabbricati rurali ad uso strumentale

3913

Comune

 

La casella ?rateazione? non va compilata.

La casella ?detrazione? conterr? sia la detrazione base pari a ? 200,00 che quella aggiuntiva di ? 50,00 per ogni figlio di et? non superiore a 26 anni convivente con il contribuente.

 

Nel caso di omesso pagamento entro i termini sopra indicati oppure nel caso di versamento in ritardo, i contribuenti potranno regolarizzare la propria posizione (entro un anno dal mancato pagamento) utilizzando l?istituto del ravvedimento operoso applicando all?imposta dovuta le sanzioni e gli interessi previsti dalla legge. Per il ravvedimento operoso va barrata la sola casella ?ravvedimento? e non va indicato n? il codice delle sanzioni n? quello degli interessi, ma soltanto il codice tributo di riferimento.

 

ARROTONDAMENTI

L'importo da pagare al Comune va arrotondato all'euro per difetto se la frazione ? inferiore o uguale a 49 centesimi, per eccesso se superiore a detto importo.

 

VERSAMENTO MINIMO

Non si effettua il versamento qualora l'imposta complessivamente dovuta (quota Stato + quota Comune) sia di importo inferiore a ? 12,00.

 

Dati aggiornati al 05.05.2012


 

 

COME SI CALCOLA 

 

Per il calcolo dell'imposta si ricorda che i redditi dominicali dei terreni e le rendite catastali dei fabbricati vanno rivalutati, rispettivamente, del 25%, e del 5%, qualunque sia l?anno di attribuzione della rendita definitiva.

 

Si precisa che per i fabbricati il valore su cui va calcolata l?imposta ? costituito dalla rendita catastale rivalutata del 5% moltiplicata poi:

  • per 160, se si tratta di fabbricati classificati nei gruppi catastali A (abitazioni, con esclusione della sola categoria A/10) e C/2 (magazzini e locali di deposito) C/6 (autorimesse) e C/7 (tettoie);
  • per 140, se si tratta di fabbricati classificati nel gruppo catastale B (collegi, convitti, ricoveri, conventi, seminari, caserme, case di cura, ospedali, scuole, biblioteche, musei ecc.) e nelle categorie catastali C/3 (laboratori e locali di deposito), C/4 (fabbricati per arti e mestieri) e C/5 (stabilimenti balneari e acque curative);
  • per 80, se si tratta fabbricati classificati nel gruppo catastale D/5 (istituti di credito, cambio e assicurazione) e A/10 (uffici e studi privati);
  • per 60, se si tratta di fabbricati classificati nel gruppo catastale D (opifici, alberghi, teatri, ecc.), ad esclusione  della categoria D/5;
  • per 55, se si tratta di fabbricati classificati nella categoria C/1 (negozi e botteghe).

 

Per i terreni il valore su cui va calcolata l?imposta ? costituito dal reddito domenicale risultante in catasto rivalutato del 25% moltiplicato poi:

  • per 135;
  • per 110 per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola.

 

Si ricorda che ai fini del calcolo dell?imposta la base imponibile calcolata, come sopra indicato, e le detrazioni spettanti (? 200,00 e ? 50,00 per ciascun figlio) vanno rapportate alla quota ed ai mesi di effettiva spettanza.

 

 

CALCOLO ON-LINE

 

Cliccando sul seguente link ? possibile effettuare il calcolo della propria IMU dirattamente online

 

http://www.amministrazionicomunali.net/imu/calcolo_imu.php?comune=montirone

 

ATTENZIONE: si rammenta che il calcolo ? effettuato sui dati dichiarati dal contribuente. E? pertanto necessario che il contribuente controlli con cura tutti i dati degli immobili di propriet?. L?Amministrazione comunale non si assume nessuna responsabilit? circa l?inesattezza dei dati medesimi.

 

Dati aggiornati al 05.05.2012


 

 

DENUNCIA

 

La denuncia di variazione I.M.U. deve essere presentata entro 90 giorni dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta.

Per gli immobili per i quali l'obbligo dichiarativo ? sorto dal 1? gennaio 2012, la dichiarazione deve essere presentata entro il 30 settembre 2012.

 

 

 

Dati aggiornati al 05.05.2012